Le SPAC, Special Purpose Acquisition Companies, sono veicoli di investimento, che vengono costituiti da un team di promotori (gli Sponsor) per raccogliere capitali, attraverso il collocamento dei propri strumenti finanziari sul mercato (“IPO”), generalmente azioni ordinarie con abbinati gratuitamente warrant.

Tali capitali sono destinati ad essere impiegati per un’operazione di acquisizione di una società target, mediante qualsiasi modalità, inclusa l’aggregazione mediante conferimento o fusione (la cosiddetta “Business Combination”). Ad esito dell’operazione, le azioni della società target saranno quotate in borsa.

I fondatori (Promoter) costituiscono il management della SPAC e investono il proprio capitale nella SPAC (capital at risk) per finanziare l’attività operativa.

La SPAC ha un determinato orizzonte temporale, di norma 24 mesi, per l’identifcazione della target e per il completamento della Business Combination, pena lo scioglimento della stessa.

I capitali raccolti con l’IPO vengono depositati in un conto vincolato (escrow account) che è indisponibile agli amministratori senza una delibera dell’assemblea dei soci.

Le risorse depositate sull’escrow account possono essere utilizzate esclusivamente: (i) ai fini dell’esecuzione della Business Combination; (ii) in caso di scioglimento e conseguente liquidazione della SPAC; e (iii) ai fini della restituzione ai soci che esercitino il diritto di recesso.

L’Operazione di Business Combination deve essere sottoposta all’approvazione dell’assemblea straordinaria degli azionisti. Se l’assemblea non approva l’operazione, i Promoter ricominciano la ricerca di una nuova società target ove non sia scaduto il termine di durata della SPAC.

Gli eventuali azionisti che non hanno concorso all’approvazione della Business Combination, potranno esercitare il diritto di recesso e verranno rimborsati con la liquidità detenuta nell’escrow account, rimanendo comunque titolari dei warrant.

Le SPAC quindi sono uno strumento di investimento a basso profilo di rischio fino al momento dell’acquisizione, ma con un importante up-side potenziale in caso di successo dell’operazione